GIOVENTU’ BRUCIATA

ADOLESCENTI ESTREMI   E' impressionante  la nota di Lanfranco Pace a  Otto e Mezzo del 17 scorso: secondo il dibattito successivo il disagio giovanile è dovuto a mancanza di valori etici non più trasmessi dalla scuola e dai genitori. I giovani sono sotto tutela dei genitori e pertanto i genitori sono responsabili delle attività dei figli; se i figli sono … Continua a leggere

UN MATRIMONIO ECCEZIONALE

1.12   1.12 – UNA BEFANA ECCEZIONALE    Babbo Natale fu assai ricco con i miei figli (è mia cognata che racconta il fatto); il pranzo di natale ritardò qualche mezz'ora poiché la bramosia dei figli (e lo confesso, anche nostra  per godere delle loro manifestazioni) c'impegnò tutti ad aiutarli a scoprire le sorprese: il salotto si coprì di carte … Continua a leggere

LETTERA A FUNARI

Caro FunariQuando posso seguo le tue trasmissioni ove si respira  un'aria priva di quei miasmi che appestano le menti; ieri sera è stata una di quelle ma ti devo confessare che purtroppo si sono sentite (tanto per capirci) delle stronzate anche per bocca di un uomo che ammiro per la sua libertà di pensiero ma che spesso ricade nel pantano … Continua a leggere

LE CONSEGUENZE DI UN SOGNO

7 LE CONSEGUENZE DI UN SOGNO      Che disastro! –  L'ho fatta  la mia nominando la Friggitora di Via Gioberti! Si sono scatenate come Erinni furiose:"venduto per un cartoccio di polenta fritta!" E di  noi che tanto ti abbiamo dato  nessuna menzione!   Si devono essere coalizzate in sindacato  per presentarsi così massicciamente in una protesta collettiva che ha cominciato … Continua a leggere

IL SOGNO – Una vita rivisitata

IL SOGNO               Stanotte ho fatto un sogno:  uno di quei sogni che  ci lasciano perplessi  ed attivano un processo di riflessione che ci spinge a guardaci intorno per scoprire quella realtà che ci sfugge mentre la viviamo.    Ho sognato che stavo scalando una montagna: la montagna del tempo; affaticato, dopo un certo periodo mi sono fermato per … Continua a leggere

IL TURPILOQUIO

31 IL TURPILOQUIO   "Dieuh! Dieuh! Remigio! (non è l'invocazione  di Dio in francese:  è solo l'ordine a Remigio, il cavallo, di fermarsi). Il barrocciaio scende dalla stanga del  barroccio e chiama a  piena voce:"Tonio!  Tonio!"I'che  tu voi? "T' ho   portato la rena:  in do'  la scarico!? "Porca ….!  ch'è una novità?   Dove sempre! "Ma porco …! come fo'  ad arrivarci se c'è … Continua a leggere